Regolamenti

24 ore del Verbano 2013 – XI edizione

Regolamento Tecnico –

Il regolamento tecnico è quello pubblicato da Slot.it e comune alle gare del Campionato Europeo Endurance 2013

Scarica il PDF dal sito di slot.it

Regolamento Sportivo – versione aggiornata al 17.06.2013

1.Comportamento dei concorrenti: tutti i concorrenti sono invitati alla massima sportività nei confronti degli avversari, durante i turni di commissario ed anche al di fuori dell’impianto della gara. è assolutamente vietato fumare all’interno dell’impianto dove si svolge la gara. Comportamenti non consoni saranno sanzionati. Per l’accesso al parterre, all’area della pista ed alla zona box è obbligatorio calzare scarpe da ginnastica.

 

2.Durata della gara: alla gara saranno ammesse 26 squadre. la gara è composta da 26 manche da 50 minuti,  con cambio di corsia di 5 minuti nominali ad ogni manche secondo la regola “dispari salgono, pari scendono” (1,3,5,7,9,11…… 23,24,22,4,2,1,…. con 2 riposi, dopo la corsia 2 e dopo la 23 ); il direttore di corsa avvia la procedura di partenza di una manche non prima che siano trascorsi 3 minuti dal termine della precedente. L’impianto della gara è composto da 3 piste da 8 corsie. Ogni squadra correrà 24 manche secondo lo schema che sarà pubblicato.

 

3.Composizione equipaggio e turni di guida: gli equipaggi possono essere composti da 4, 5 o 6 piloti. Ogni pilota dovrà guidare per un tempo complessivo non inferiore e non superiore a quanto indicato nella tabella sottostante. Sulla pedana di guida deve essere presente solo il pilota e non vi potrà salire nessun altro componente della squadra per nessun motivo; questa infrazione sarà sanzionata con 10 giri di penalizzazione. Il cambio di pilota deve essere effettuato fermando la macchina nella zona “pit lane”, poi il pilota che abbandona la guida scenderà dalla pedana e solo successivamente il pilota che inizia il turno potrà salirvi. Il pulsante può rimanere inserito nella presa.

Piloti                    Tempo minimo effettivo       Tempo massimo effettivo:

4 piloti        4 ore e 15 minuti (255’)         5 ore e 55 minuti  (355’)

5 piloti        3 ore e 25 minuti (205’)        4 ore e 45 minuti  (285’)

6 piloti        2 ore e 55 minuti (175’)       4 ore e 00 minuti  (240’)

4.Turni di commissario: ogni squadra deve effettuare il turno di commissario durante la gara secondo la tabella consegnata nel briefing dei capisquadra; nessun avviso o richiamo verrà effettuato in caso di mancanza del commissario nella sua postazione durante la manche; il commissario, che deve essere un componente della squadra, deve essere in postazione entro 3 minuti dal termine della manche precedente; rilevata l’assenza il direttore di corsa ne determina la durata ed infligge alla squadra la penalità prevista. Il commissario non può fare nessun intervento sulle macchine, eccetto il riposizionamento delle spazzole e del pickup su richiesta del pilota SOLO NEL CASO LA MACCHINA NON SIA IN GRADO DI RIPARTIRE. Durante le prove libere ogni squadra dovrà posizionare il proprio commissario nella postazione indicata per le prove libere. Durante le prove libere il commissario potrà anche avere funzione di meccanico.

 

5.Manutenzione e riparazione della vettura:  presa e rimessa della vettura sulla pit lane per interventi di manutenzione e riparazione deve essere effettuata da un giudice su richiesta del meccanico della squadra; se la macchina rimane ferma lungo il percorso sarà cura dei commissari farle raggiungere il tavolo box; terminata la riparazione la macchina ripartirà dalla pit lane. Un solo meccanico alla volta è ammesso nell’area box e può intervenire sulla vettura; zippo, olio, grasso e stracci sono forniti dagli organizzatori; i ricambi possono essere solo quelli consegnati nelle verifiche pregara, ad eccezione del motore e delle gomme che vengono consegnate al momento dal giudice ai box. Qualsiasi intervento sulla vettura potrà essere effettuato solo a gara in corso, ossia con corrente in pista (vietati interventi durante i cambi corsia e durante eventuali pause di una manche). Il meccanico può essere persona esterna alla squadra. nella sosta serale per l’attivazione dell’impianto luci si potrà effettuare anche qualsiasi altro intervento di manutenzione/riparazione.

 

6.Verifiche: la Giuria può in qualsiasi momento, sia durante la corsa che durante i cambi corsia, che entro 15 minuti dalla fine della gara, effettuare verifiche sulle vetture. Le verifiche possono essere richieste da un concorrente o decise d’ufficio dalla Giuria o dalla Direzione Gara. In caso di verifica effettuata durante la corsa vi sarà una compensazione in giri sulla media dei giri validi della vettura (non si calcolano quelli con sosta ai box) della manche nella quale avviene la verifica. Le verifiche pregara saranno effettuate in base alla sequenza invertita del numero di gara assegnato alla squadra.

 

7.Sanzioni: le infrazioni al regolamento tecnico ed al regolamento sportivo saranno commisurate alla gravità dell’infrazione e, dove non specificato diversamente nel regolamento, determinate dalla Direzione Gara. In particolare saranno sanzionate con la SQUALIFICA della squadra l’utilizzo di magneti, l’incollaggio delle gomme al cerchio, l’utilizzo di additivi e lubrificanti non consentiti, l’utilizzo di pulsanti non regolari, l’esecuzione di riparazioni al di fuori del “tavolo box”. Fumare all’interno dell’impianto sarà sanzionato con 20 giri di penalizzazione. Infrazioni nel cambio di pilota saranno sanzionate con una penalità di 10 giri. Il non corretto funzionamento dell’impianto luci sarà sanzionato con 8 giri di penalizzazione per ogni manche. La mancanza del commissario nella propria postazione sarà sanzionata con una penalità pari al doppio dei giri percorsi dalla vettura più veloce nel corso dell’assenza, con un minimo di 10 giri.

 

8.Prove libere: le prove libere saranno suddivise in turni da 8 minuti; ogni squadra potrà occupare una sola corsia; ad ogni cambio turno ogni squadra dovrà andare ad occupare la corsia prevista dalla rotazione “dispari salgono / pari scendono , es: 1,3, 5, fino alla 23, poi  24,22,20,2  fino alla 2, con riposo dopo la 2  e dopo la 23,  salvo disponibilità di altra corsia libera a piacimento. Ogni squadra potrà utilizzare la corsia solo se è presente sulla stessa pista un altro componente della squadra con funzione di commissario che andrà ad occupare la postazione di commissario indicata dalla piantina della pista per le prove libere. La mancanza del commissario durante un turno di prove libere comporterà una penalità in gara di 10 giri. le squadre nelle corsie 5, 13, 21 devono effettuare il turno di commissario nella postazione all’interno della pista

 

9. Qualifiche: la determinazione  della corsia di partenza sarà effettuato mediante qualifiche. Ogni squadra avrà a disposizione 2 minuti per stabilire il proprio giro veloce. La corsia delle qualifiche sarà la 27 o la 30, scelta con sorteggio prima dell’inizio delle qualifiche stesse La sequenza delle qualifiche sarà la stessa delle verifiche pregara. Le prime 8 squadre classificate sceglieranno la corsia di partenza sulla pista scelta dal titolare della pole-position. Le altre corsie saranno assegnate in base alla classifica delle qualifiche secondo lo schema pubblicato.

 

10. Orari della manifestazione

Evento

Data Inizio Fine  Prove libere Venerdì 21 dalle 14.00 alle 18.00

Verifiche Venerdì 21 dalle  18.15 alle 22.00

Prove libere notturne (muletto) Venerdì 21 22.00 22.30

Prove libere (squadre non presenti il venerdì) Sabato 22 dalle 8.00 alle 9.00

Verifiche (squadre non presenti il venerdì) Sabato 22 dalle 9.10  alle 10.00

Qualifiche   Sabato 22 dalle 9.30 alle 11.00

Partenza della gara Sabato 22 ore 12.00

Fase notturna Sabato 22 dalle 22.00 alle 6.00 (Dom)

Arrivo della gara Domenica 23 12.00

Premiazione Domenica 23 12.15

11.Comunicazioni: tutte le comunicazioni della Giuria e della Direzione Gara saranno esposte all’albo degli avvisi presente presso il tavolo della Direzione Gara. Tutti i capisquadra sono tenuti a verificare le comunicazioni esposte.

 

12.Versione prevalente del Regolamento: la versione ufficiale del Regolamento Tecnico è quella Inglese. In caso di contestazioni relativamente alla sintassi ed alla semantica del Regolamento Tecnico si adotterà la versione Inglese del Regolamento Tecnico. La versione ufficiale del Regolamento Sportivo è quella Italiana. In caso di contestazioni relativamente alla sintassi ed alla semantica del Regolamento Sportivo si adotterà la versione Italiana del Regolamento Sportivo.